L’adultità non è una condizione o una fase, ma una ricerca un cammino una scoperta interiore.

Psicologo - Jerome Seymour Bruner -

Kiki – Consegne a domicilio

Da strega a ragazzina, un racconto di formazione a cavallo di una scopa.
Kiki raggiunge la fatidica età di passaggio, quella dei quattordici anni, abbandona la dimora natia per scoprire la vecchia Europa, la città in cui Kiki approda a cavallo della sua scopa volante è il luogo dello smarrimento e dell'emancipazione, in cui l'eroina è da un lato costretta ben presto a una necessaria e dura introspezione, ma può anche sentirsi accettata nonostante la sua diversità; il luogo in cui, attraverso il duro lavoro, conquistare la propria matura autonomia.

fumettista, animatore, sceneggiatore, regista - Hayao Miyazaki -

Gioco come esercizio preparatorio, secondo cui l’attività ludica ha il compito di esercitare funzioni biologiche che saranno poi utilizzate nella vita adulta.

Claparède e Decroly.

Giardini d'infanzia

Spazi attrezzati per il gioco e il lavoro infantile e per le attività di gruppo.
IL GIOCO per i bambini l'equivalente del lavoro per gli adulti, dunque fondamentale per crescere; attraverso il gioco il bambino sviluppa il linguaggio, il disegno, l'attività logica, la creatività. Fondamentale per stabilire rapporti con sè, con gli altri e con la realtà esterna.

Pedagogista – Friedrich Fröbel -

"Il gioco non inculca alcuna virtù,
ma previene il vizio;
non insegna la verità,
ma preserva dall'errore
consentendo il libero
sviluppo della personalità".

Pedagogista - J.J.Rousseau -

L’adulto che gioca con il bambino e si diverte dà un messaggio implicito molto chiaro: dimostra che “va bene divertirsi”. Si tratta di un messaggio che non viene detto a parole ma con i comportamenti, perciò rimane impresso e rassicura il bambino sulla sua possibilità di crescere.

Psichiatra - GIUSEPPE GIUNTA -

Il gioco consiste in una serie di esercizi che preparano lo sviluppo di capacità essenziali, sia cognitive (intellettuali) che affettive (sentimentali), per la vita adulta. Il gioco prepara alla vita adulta.

Psicologo e pedagogista - Édouard Claparède –

 

Diritto al gioco

Fammi giocare solo per gioco
Senza nient'altro, solo per poco
Senza capire, senza imparare
Senza bisogno di socializzare
Solo un bambino con altri bambini
Senza gli adulti sempre vicini
Senza progetto, senza giudizio
Con una fine ma senza l'inizio
Con una coda ma senza la testa
Solo per finta, solo per festa
Solo per fiamma che brucia per fuoco
Fammi giocare per gioco


Convenzione sui Diritti dell'Infanzia (Art. 31)

1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica.
2. Gli Stati parti rispettano e favoriscono il diritto del fanciullo di partecipare pienamente alla vita culturale e artistica e incoraggiano l'organizzazione, in condizioni di uguaglianza, di mezzi appropriati di divertimento e di attività ricreative, artistiche e culturali.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni. Accetto i cookie da questo sito.